Sei in > Home > Basilicata > Beni Culturali > Siti Archeologici della Basilicata > Area Archeologica di Heraclea
 

 ADV

Area Archeologica di Heraclea

Logo Basilicata Vacanze Nel territorio di Policoro sono ubicate due importanti colonie greche dell'Italia meridionale: Siris ed Heraclea. La prima, fondata nel VII secolo a.C. da Greci provenienti da Colofone (in Asia Minore) Ŕ stata distrutta nel VI secolo a.C. dalle colonie achee di Metaponto, Crotone e Sibari. Nel 433/432 a.C., al suo posto, viene fondata, da Taranto e Thourioi, la cittÓ di Heraclea. Alla fase di Siris sono riferibili i resti di una fortificazione in mattoni crudi, che cingeva la parte alta dell'insediamento, e piccole aree sacre ubicate, in prossimitÓ di sorgenti, nella vallata sottostante e che saranno in uso sino alla conquista romana. Sempre nella collina che domina l'insediamento sono state messe in luce botteghe artigianali di IV - III secolo a.C., destinate, nella fase di Herakleia, alla produzione di ceramiche e di statuette votive. A questo periodo si riferiscono anche quartieri abitativi inseriti in un impianto urbano regolare e caratterizzati da edifici, dotati anche di mosaici pavimentali. Nella parte bassa, la cittÓ di Herakleia era protetta da una poderosa fortificazione in blocchi squadrati, di cui un tratto Ŕ visibile nei pressi dell'attuale Ufficio Postale.

Fonte: Archeobasi

Link Esterni